Experimenter's guide to the Joe cell/copertina

Da SSLABS.

m


Experimenter's guide to the Joe cell

Libro originale in INGLESE | Libro in Italiano (PDF, 5MB, 91Pagg) | (ODT 0.2MB)
Prefazione · 00. Introduttorio 01. Capitolo primo · 02. Capito secondo · 03. Capito terzo · 04. Capito quarto
05. Capito quinto · 06. Capito sesto · 07. Capito settimo · 08. Capito ottavo · 09. Capito nono
10. Capito decimo · 11. Capito undicesimo · 12. Capito dodicesimo · Glossario · Bibliografia ·

Il Gruppo di lavoro ORIGINALE sulla cella di JOE, fondato nel 2001 dove trovare altri sperimentatori.


FIGURA 1 - foto 1 di 3 del disegno tecnico della cella

Introduzione

"Da quando le persone corrotte si uniscono tra loro per costituire una forza, le persone oneste devono fare lo stesso " Conte Leo N. Tolstoy.

Scopo

Cercherò, al meglio di me, di far luce sui misteri, segreti, congetture e pura disinformazione che circonda la costruzione della "cella". Lo scopo è quello di aiutare il costruttore a realizzare una cella nel modo chiaro, passo dopo passo, che io stesso impiego per costruire le mie celle. La mia conoscenza viene proprio dalla costruzione delle celle. Dal momento che ho realizzato molte celle funzionanti, la conoscenza l'ho ottenuta tramite esperienza, non da supposizioni o leggendo libri di qualcuno o ascoltando le opinioni di "esperti" di seconda o terza mano. Ora passo queste informazioni a te, ricordandoti che queste resteranno mie opinioni e miei informazioni fino a quando riuscirai a costruire la tua cella. Solo allora saprai come farne una, non prima.

Joe

Circa nel 1992 un nuovo tipo di generatore è stato costruito in Australia. Mentre scrivevo questo libro, ho parlato sia al progettista che alla sua fidanzata circa il mio desiderio di riconoscergli i dovuti meriti per i suoi 7 anni di lavoro e cooperazione con tutti i soggetti coinvolti. Sfortunatamente, a causa degli strani individui e esattori di danaro che lo assillavano questo povera vittima ha deciso di rifiutare ogni ulteriore coinvolgimento con la cella che porta il suo nome. Così, in rispetto dei suoi voleri, lo chiameremo "Joe". Voglio solo dire, caro Joe, che se non fosse per rare persone come te, noi la grande maggioranza a cui hanno lavato il cervello non troveremmo mai le vere bellezze dei regali di Madre Natura.

Forse è troppo tardi per salvare Madre Terra dagli anni di inquinamento e dissacrazione prodotti dalle multinazionali senz'anima e avide di danaro. Come specie, siamo unici: anche un semplice uccellino tiene il proprio nido pulito mentre noi, i più intelligenti della creazione, distruggiamo la nostra unica casa! Eppure persone come Joe ci indicano che esiste una via migliore, più semplice e pura, la via della Natura. Senza i vantaggi (?) di anni d'istruzione dogmatica e limitante, Joe ha scoperto, per intuizione, come fare domande alla Natura ed ottenerne risposte. La risposta è stato un metodo per fornire potenza a macchinari che non si basa sulle nostre risorse primarie né crea inquinamento. Questo metodo è ben noto ai pochi eletti e la tecnologia è in uso da secoli. Joe ha reso veramente facile costruire una versione di questi generatori che noi abbiamo chiamato "Cella di Joe".

Cos'è la cella di Joe?

Per scoprirlo, vediamo alcune delle caratteristiche della cella dichiarate da Joe:

  • L'acqua nella cella non viene consumata
  • La cella sembra fredda al tatto
  • Ci vuole un pò prima che il motore funzioni alimentato dalla cella; quando ci riesce la potenza erogata è incostante e il funzionamento irregolare.
  • Quando la cella è tolta dall' auto, il motore ci mette un pò di tempo per tornare "normale" e funzionare col carburante originale.
  • Se la cella è lasciata nell'auto per molto tempo, il motore diventa "carico". Da questo momento, la cella non serve più al motore per funzionare.
  • Tutti i cavi alle candele possono essere staccati ed il motore continua comunque a funzionare purché la bobina d'accensione ed il distributore di corrente siano funzionanti.
  • L'uscita della cella non deve giungere negli interni del motore, ma su un accoppiamento esterno.
  • La cella richiede il "caricamento" dell'acqua per poter funzionare.
  • La cella richiede uno stile di costruzione speciale, incompreso dalla maggior parte dei costruttori.
  • La sorgente della potenza nella cella e il suo uso hanno un enorme valore per alcuni individui. Questi individui stanno creando disinformazione, manovre di copertura, e impauriscono i costruttori di celle.
  • La presenza umana può incidere sul funzionamento della cella in modo favorevole o sfavorevole.
  • L'acqua "caricata" può essere travasata da un contenitore ad un altro senza perdere la "carica".
  • Si è evoluto uno stile di costruzione empirico, appoggiato su poche teorie scientifiche e pochi successi.

I soliti privilegiati dispongono di molte più informazioni sulla cella di Joe, ma noi abbiamo avuto abbastanza "imbeccate" dalle affermazioni di Joe da identificare il tipo di energia. Da quanto detto è evidente (come ti spiegherò poi) e senza ombra di dubbio che la cella di Joe è un accumulatore di Orgone grezzo, e la cella funziona sull'Orgone o raccoglie Orgone. C'è una correlazione del 100% con l'energia Orgonica e le sue proprietà. Dal momento che questi accumulatori sono stati e sono in uso ovunque nel mondo, il costruttore può accedere in questo vasto campo di conoscenza. Per esempio, nei primi giorni del gennaio 1867, un brevetto francese (numero 60.986) è stato riconosciuto a Martin Ziegler per un accumulatore di un tipo di forza vivente, non elettrica. Lo sperimentatore può con poche ricerche, e note tipo questa, eludere miti, disinformazione e custodi di segreti e raggiungere fatti provati scientificamente. Inoltre il costruttore può prepararsi ad incontrare ed affrontare i PERICOLI che attendono gli imprudenti e gli sciocchi.